FIIPA 2019 Jury

CONCORSO FOTOGRAFICO
31 GENNAIO 2019
DEADLINE

JURY

FIIPA AWARDS 2019
Aleandro Battistini

Aleandro Battistini

Aleandro Battistini è il fondatore di Studiogamma, grande struttura dedicata alla realizzazione di immagini fotografiche pubblicitarie, con sede a Parma fulcro mondiale del Food.

La sua passione nel fotografare il cibo, non solo professionale ma anche della “tavola”, si tramuta in maestria nel modellare le materie prime più delicate, come i salumi, i gelati ed il vetro, che vengono “piegati” e accarezzati dalla luce per creare le più contemporanee immagini di food design.

Da anni accompagna i propri clienti – fra le più importanti aziende italiane di Food e Beverage nel mondo – in un percorso di evoluzione tecnica e stilistica, collaborando con agenzie nazionali ed internazionali di branding, advertising e comunicazione. Ha avuto riconoscimenti a livello internazionale, come la qualifica di “Master Quality European Photographer” ed ha ottenuto il Bronze Award sezione Commercial del concorso European Professional Photographer of the Year anno 2013, con l’unica immagine di food fra i vincitori.

L’anno successivo è nella giuria del European Professional Photographer of the Year e nel 2015 è relatore alla convention europea di fotografia Photography Masters Conference. Nel 2016 partecipa insieme alla squadra italiana alla World Photographic Cup, ritornando in squadra anche nel 2019.

// website: studiogammaparma.it

Martin Benes

Martin Benes

Creative Retoucher e Istruttore di Photoshop, lavora su commissione per clienti di tutto il mondo come freelance da oltre 20 anni.

Attualmente vive tra Roma e Cape Town in Sud Africa.

Viaggia per il mondo, per portare la sua comfort zone ai limiti e imparare sempre qualcosa di nuovo.

Behance Ambassador, X-Rite Coloratti, Adobe ACP, Photoshop Beta tester e BenQ Ambassador, parla 5 lingue in modo fluente e con impegno quotidiano, ormai da 12 anni, sta innovando nel ramo della formazione portando il meglio, del settore creativo, al grande pubblico. È facile incontrarlo in un bar, mentre disegna sul suo moleskine e gusta un buon cappuccino.

Tra i suoi clienti ci sono Brand come: Tim, Samsung, Q8, Renault Sport, Rai, Enel, Play Station, Jaguar, Maserati, Wind and Costa Crociere, Fox, Lowe Pirella Fronzoni, Sky, Renault South Africa e molti altri.

// portfolio

Jules Bower

Jules Bower

Jules Bower è un fotografo di fama internazionale nel settore dei matrimoni dal 2003. Dopo aver lavorato a Londra all’inizio della sua vita professionale nel campo della pubblicità, bellezza e design, si è trasferito in Italia dove ha creato e gestito una rinomata agenzia per matrimoni.

Il suo stile incorpora aspetti delle sue precedenti esperienze nella fotografia commerciale, architettonica e di moda, catturando la bellezza che esiste intorno a noi esattamente com’è.

Il suo obiettivo è quello di raccontare la storia del giorno del matrionio con un’eleganza che possa trascendere il tempo e le tendenze.

Attualmente vive a Londra e lavora con una clientela internazionale viaggiando per il mondo.

Tra i suoi clienti figurano celebrità e il suo lavoro è stato pubblicato su molte riviste

e blog internazionali come The NY Times, Cosmopolitan Bride Australia, Hello, World, Vogue Sposa, L’Officiel Lettonia, Grace Ormonde Wedding Style, You & Your Wedding, Wedding Flowers, Sposabella, Il Matrimonio Perfetto, Ditt Bryllup, Harpers Bazaar, Signature Weddings Asia, Tartarus, Dauphine, Engaged! e altri ancora, il suo motto è:

“Esistono cose straordinarie intorno a noi, la fotografia non dovrebbe renderle banali.”

Francesco Cito

Francesco Cito

Francesco Cito, è nato a Napoli il 5 maggio 1949. Interrotti gli studi si trasferisce a Londra nel 1972 per dedicarsi alla fotografia.

L’ inizio in campo fotografico 1975, avviene con l’ assunzione da parte di un settimanale di musica pop-rock (Radio Guide mag.). Gira l’ Inghilterra, fotografando concerti e personaggi della musica leggera. In seguito, divenuto fotografo free-lance, inizia a collaborare con The
Sunday Times mag., che gli dedica la prima copertina per il reportage “La Mattanza”. Successivamente collabora anche con L’Observer mag.

Nel 1980, è uno dei primi fotoreporter a raggiungere clandestinamente l’Afghanistan occupato con l’invasione dell’Armata Rossa, e al seguito di vari gruppi di guerriglieri che combattevano i sovietici,
percorre 1200 KM a piedi. Sue le foto dei primi soldati della Stella Rossa caduti in imboscate.

// Read more here

Ha collaborato e pubblicato sulle maggiori riviste nazionali e straniere:
Bunte / Epoca / l’Europeo / Figaro mag / Frankfurter Allgemeine mag / Illustrazione Italiana / Il Venerdì di Repubblica / The Indipendent / Io Donna / Il Sole 24 Ore mag / L’Express / Life / The Observer mag /
Panorama / Paris Match / Sette-Corriere della Sera / Smithsonian mag / Stern / Sunday Times / Traveler / Zeit mag

Alex Coghe

Alex Coghe

Sono un fotoreporter italiano attualmente residente in Messico. Come fotografo documentarista, il mio lavoro in Messico si concentra sulla documentazione delle condizioni umane nei barrios, quartieri popolari di Città del Messico e sto collaborando con alcune organizzazioni non governative a Oaxaca.

Per me la fotografia è un importante strumento di documentazione, che rappresenta soprattutto l’opportunità per riflessioni sociologiche e antropologiche. In tutti questi anni, soprattutto quando impegnato a documentare temi sociali e umanitari, ho potuto osservare come la fotografia possa essere uno strumento per sensibilizzare su certi temi che spesso vengono ignorati o sottovalutati, e sono un testimone diretto di come certa fotografia possa rappresentare un’opportunità per il cambiamento e il miglioramento della società.

// Read more here

Pierre Delaunay

Pierre Delaunay

Pierre Delaunay photographe professionnel à Ruffec depuis 35 ans la ville où il est né en 1962, comme Obelix il est tombé tout petit dans la potion nommée “révélateur ”  (parents photographes).

Photographe humaniste et social, à travers sa sensibilité il traduit dans ses images l’émotion qui se dégage des personnages .

De nombreuses fois primées comme portraitiste, il expose ses œuvres en France et aussi à l’étranger.

Formateur , juge et maître de conférences internationale, il est un des fondateur/organisateurs du festival de photo- reportage Barrobjectif (16)
En 2003, il a reçu un QEP (Qualified European Photographer) en Mariage et, en 2005,
Est devenu le premier MQEP français (Master Qualified European Photographer)
C’est à Bruxelles en juin 2012 que lui est décerné son deuxième MQEP et un troisième à
Derby en Angleterre en juin 2015 .

// Read more here

Carlos Felipe

Carlos Felipe Ortiz

Carlos Felipe Ortiz Morel, Almeria, España, 1973

Fotografo Profesional Especialista En Fine Art Wedding, Pertenece Al Centro Andaluz De La Fotografia, Agrafi, Fepfi Y Fep. Estudio En La Escula De Artes De Almeria.
Carlos Felipe Ha Revolucionado La Fotografia De Boda Con Un Estilo De Fotografia Atemporal Y Contemporaneo Que Lo Han Situado En Lo Mas Alto Del Panorama Internacional De Fotografia Profesional.

Mejor Fotografo De Europa Boda 2012
Mejor Fotografo De Europa Boda 2013
Mejor Fotografo De Europa Boda 2016
Silver Camara Fotografo De Europa Boda 2014
Silver Camara Fotografo De Europa Boda 2015
Silver Camara Fotografo De Europa Boda 2018
Mejor Fotografo De Italia Boda 2014
Mejor Fotografo De Italia Boda 2018

Ganador Del Prestigioso Premio International Photographer Awards 2010 En Boda.

Miembro De La Seleccion Española De Fotografia
6º Mejor Fotografo En El Mundial De Japón 2017 En Boda

Qualified European Photographer En Boda Qpe.

6 Veces Premio Nacional De Fotografia En Distintos Premios En España.
Fotografo Distinguido En España Por La Fepfi.
Coleccion De Honor De La Fepfi.
Entre Los 10 Mejores Fotografos De Boda Fep.

Son Numerosas Las Intervenciones De Carlos Felipe En La Prensa Escrita Y Tv Nacional De España Por Sus Numeros Premios, Es Un Fotografo Muy Mediatico.

Tambien Carlos Felipe Se Prodiga Por Sus Master Class Internacionales Y Nacionales:

Colombia, Mexico, Puerto Rico, Rep.dominicana, Bolivia, Ecuador, Peru, Italia, Eeuu Y España.

En La Actualidad Tiene Previsto Varias Master Class En Distintos Lugares Internacionales Y Nacionales.

Www.fotoartecarlosfelipe.com

Angelo Ferrillo

Angelo Ferrillo

Angelo Ferrillo nasce a Napoli nel ‘74 dove intraprende gli studi di Ingegneria e si avvicina alla fotografia, formandosi da autodidatta, fino ad approdare al mondo del professionismo. Attualmente si occupa di fotogiornalismo e di fotografia corporate, è photoeditor e docente di fotografia presso lo IED, OFFICINE FOTOGRAFICHE, CREATIVE CAMPUS e FOWA University.

Chiude il piano di studi con un Master in Fotogiornalismo (con il quale gli viene conferita una borsa di studio per merito), un Master in Photoediting e Ricerca Iconografica ed un Master in curatela fotografica (ambito espositivo) prosegue la strada della fotografia come fotogiornalista producendo per Agenzie, oltre a commissionati per l’editoria e progetti personali di fotografia autoriale.

Realizza lavori istituzionali (ad esempio) per il Comune di Milano (Ente Turismo e Archivio Storico), Provincia di Milano (Parco Agricolo Sud Milano) e Ente del Turismo Fiandre, oltre a realizzare lavori corporale per clienti internazionali come Timberland, Eastpak, Vans, Le Coq Sportif, Diesel, Gucci, Moleskine ed altri.

Espone i propri lavori al Milano Photo Festival, al Festival della Fotografia Etica di Lodi, e nel circuito galleristi nazionale.

Collabora attivamente con editori nazionali ed internazionali e con brand leader mondiali dell’urban style progettando e sviluppando immagini di social adv e brand communication. Membro del Direttivo AFIP International e HASSELBLAD Ambassador. Oggi Direttore Creativo della FOWA UNIVERSITY.

www.angeloferrillo.com

Maurizio Garofalo

Maurizio Garofalo

Maurizio Garofalo, nato nel 1959, ha vissuto ad Ancona, Venezia, Firenze, Napoli, Roma, Milano. Laureato in Architettura, abbandona la libera professione per dedicarsi alla grafica editoriale e alla fotografia.

Giornalista professionista, dal 2000 al 2009 è art director e photo editor a “Diario”, diretto da Enrico Deaglio, giornale che nel 2002 vince a Parigi il premio internazionale “Guide de la Presse” come miglior giornale del mondo. Alla professione affianca un’intensa attività di didattica sulla fotografia e fotogiornalismo, di conferenze e letture-portfolio in Italia e all’estero, di giurato in concorsi di fotografia.

// Read more here

Antonio Gibotta

Antonio Gibotta

“La fotografia deve far vibrare le corde dell’emozione di chi la osserva mantenendo sempre una dose di mistero: deve essere un dono particolare che produce immagini che parlano con semplicita’ e grazia, senza astrattismi o confusioni”.

Antonio Gibotta, campano, ha solo 28 anni ma il suo curriculum racconta di più vite. Negli ultimi anni ha esposto a New York, Francia, Cina, Bruxelles, oltre a varie sedi in Italia. Nato ad Avellino nell’agosto del 1988, si è subito appassionato alla fotografia, osservando da vicino l’opera del padre, un affermato fotografo professionista. “Avevo 5-6 anni e già desideravo di seguirlo come assistente nei matrimoni: fino a che non mi ha chiesto di lavorare con lui, e di lì non mi sono mai fermato”.

Ben presto ha trasformato la sua passione in professione, accumulando un notevole bagaglio di esperienza nella realizzazione di lavori e reportage di viaggio, in Italia e soprattutto all’estero, ritagliandosi una propria identità fotografica, che ovviamente risente della sua spiccata personalità.

Nel 2010 il primo reportage di viaggio con Edoardo Agresti, alba di un’ascesa senza soste. Ai FIOF Awards Nikon Contest 2012 è stata sua la fotografia più votata in assoluto dalla giuria del Fiof . Al “Canada International Digital Photography Award” è arrivato terzo nella categoria “Travel Photographer”. Secondo posto al “Px3 Prix De La Photographi Paris” nella categoria “Press”. In Francia all’ “Eté des portrait” si classifica primo nella categoria Reportage. La più importante azienda produttrice di carta fotografica Fine Art al mondo, la “Hahnemühle”, ha scelto una sua foto per promuovere la nuova carta Matt fibre 200 grammi. Nel 2014 è stato vincitore assoluto del concorso “FIOF – Wedding Photographer of The Year 2014” o.

// Read more here

Marianna Lourba

Marianna Lourba

Marianna Lourba è una visual artist che vive ad Atene, in Grecia. Ha conseguito il Bachelor of Arts (Hons) presso la Middlesex University di Londra e un Master in Visual Design presso l’Istituto Europeo di Design Milano. Marianna è anche Tutor di Editoria e Tipografia al Vellios School of Art College. Progetta oggetti d’arte in edizione limitata per il museo e le gallerie di Benaki.

Dal 2012 è direttore creativo di Apolyto Creative Spot. Ha ricevuto molti premi e riconoscimenti per il suo lavoro. Mostre personali 2016 – Atene: Α ((:) diakrito2017 – Atene: Lux in Tenebris – La luce nelle tenebre.

Mostre collettive 2016 – Atene: Greaid Designer Lights 2017 – Atene: Greaid Designer Jewellery Exhibition 2017 – Tokyo: Awagami International Miniature Exhibition, 2017 – New York: ARTBOX Projects, New York, 2018 Time Changes – MCF, Atene.

Livio Moiana

Livio Moiana

Livio Moiana, nato nel 1969 in Italia a Como, lavora da 25 anni come fotografo pubblicitario e
ritrattista.
Diplomato in fotografia pubblicitaria e moda allo IED Istituto Europeo di Design di Milano nel 1991
sceglie da subito di lavorare come libero professionista rinunciando a fare l’assistente.
Nel 1993 si trasferisce negli USA a Miami. Dopo aver lavorato per Mickey Rourke sceglie di
allargare il suo lavoro anche al settore del ritratto e dello spettacolo.
Rientrato in Italia diventa fotografo uf ficiale di Radio Capital per volontà di Claudio Cecchetto.
Negli anni successivi lavorerà per marchi come Nestlè, Mediaset, Radio Deejay, Il Sole 24 ore,
Klaus Davi & co., BRW & partners, Pallacanestro Varese, Regione Lombardia, Skechers e altri.
Amante delle sfide in campo professionale ha scelto di spaziare in più settori tenendo come punto
focale la persona e le sue emozioni.
Da oltre 15 anni si dedica alla realizzazione di immagini in bianco e nero in cui il corpo umano è
fonte di creazione per raccontare ed esprimere emozioni che ognuno è libero di interpretare.
Le foto infatti non hanno titoli né descrizioni.
In questa raccolta di fotografie non viene volutamente mai mostrato il viso della persona ritratta.
Protagonisti in queste immagini devono essere solo il corpo attraverso le sue linee, i suoi intrecci,
contorsioni e le emozioni che cerca di esprimere.
Le immagini di questa raccolta fotografica, intitolata “Shapes (of freedom)”, sono state esposte a
Milano, Londra e Barcellona.

// Read more here

Joe Oppedisano

Joe Oppedisano

Nato a Gioiosa Ionica (RC) nel 1954, a otto anni si trasferisce a New York con la famiglia.
Giovanissimo comincia a dedicarsi alla fotografia; nel 1971 si scrive al Queens College di New York e nel 1973 frequenta un corso di fotografia presso la stessa Università.
Nello stesso anno frequenta la School of Visual Arts di New York; contemporaneamente approfondisce la sua esperienza professionale lavorando come assistente per alcuni noti fotografi pubblicitari.
Nel 1976 avvia la sua carriera di free-lance; per l’Alitalia di New York compie un reportage di promozione turistica in Toscana e, nello stesso anno, svolge un sopralluogo in Friuli, dove realizza una seria fotografica sulle zone terremotate e sui senza tetto, lavoro pubblicato sul quotidiano americano Philadelphia Herald.
Nel 1979 è invitato dall’International Center of Photography di New York a “Venezia ’79 la fotografia”, dove è assistente di vari gruppi internazionale di lavoro.
Nel 1982 torna in Italia e si stabilisce a Milano: qui, oltre a svolgere reportage culturali per la rivista americana “Attenzione” in qualità di inviato, collabora con diversi agenzie e case editrici -Rizzoli, Mondadori-, realizzando servizi per riviste e numerose campagne pubblicitarie: tra queste per Adidas, Yomo, Pionier, Hitachi, Panasonic, Grundig, KodaK, Apple, Fiat, Alfa Romeo, Campari , R.A.S. American Express.

// Read more here

Eolo Perfido

Eolo Perfido

My name is Eolo Perfido I’m an italian street photographer based in Rome and I’ve been shooting Street Photography for more than 15 years. I always believed in Street Photography as a powerful tool for growth and one of the finest experience in my life.

Being a Street Photographer is an attitude, is about living the moment, accepting failures. Its my personal zen.

Leica Ambassador between 2013 and 2018, today I’m a Leica Certified Photographer and Leica Akademie instructor.

My Photography has been exhibited in several museums and galleries such as the Leica Galerie in Milan, due piani gallery in Pordenone, Janet Costa Gallery in Recife (Brazil) and the Manege Central Exhibition Hall in S.Petersburg (Russia).

I run groups and individual Street Photography Workshops in Rome and One on One Online Street Photography Workshops.

From January 2019 I’m the Editorial Director of ExibartStreet Magazine, a new editorial platform dedicated to street photography and part the Exibart Magazine, the most important Italian editorial network dedicated to contemporary art.

https://www.walkingphotographer.net/

Mimmo Ricatti

Mimmo Ricatti

Mimmo Ricatti è nato a Gioia del Colle (Ba) nel 1967, figlio d’arte, vive e lavora nel suo paese natale.

Ormai da anni il suo studio fotografico risulta essere tra i più qualificati nel settore del wedding, questo anche grazie al suo staff composto da giovani talenti che collaborano con lui da molto tempo.

I suoi reportage e il suo stile inconfondibile, sono stati fonte di ispirazione per moltissimi giovani colleghi, ma la sua ricerca e passione per la fotografia lo hanno portato ben oltre:

Reportage e corsi:
dal 1999 al 2004 relatore in diversi corsi di fotografia organizzati dall’assessorato alla cultura della sua città
2008 “JEREZ DE LA FRONTERA ASI ES LA FERIA” Andalusia – Spagna
2009 “SOTTO IL CIELO DI BANGKOK” Thailandia
2010 “EL PUEBLO DE CUBA” Cuba
2011 “OLTRE LA MURAGLIA” Repub. Pop. Cinese
2013 “LA NEVE NERA” Italia
2014 “THE THOUSAND FACES OF JAPAN” Giappone

Riconoscimenti e mostre:
2009 qualified italian photographers QIP da FIOF (Fondo Internazionale Orvieto Fotografia)
2009 qualified european photographers QEP da FEP (Federatione of European Professional Photographers)
2010 Pubblicazione foto sul calendario ufficiale della KODAK
2011 1 Gold 2 Silver 2 Bronze Categ. Wedding
2011 Menzione d’onore e premio Scattolin per “EL PUEBLO DE CUBA”
2011 Personale di fotografia su “EL PUEBLO DE CUBA” presso sala Murat in Bari, la stessa è stata itinerante nel Palazzo dei Sette a Orvieto, nel museo Beltrani a Trani e a Lishiu (Vina) durante il XIV Festival della fotografia mondiale.
2013 Pubblicazione su National Geographic
2015 Vincitore del Premio Assoluto categoria “ARCHITETTURA” da FIIPA (fiof Italy International photographers awards)
2015 ottiene il MASTER QIP

Ivo Saglietti

Ivo Saglietti

Nato a Toulon, Francia, Inizia la propria attività a Torino come cineoperatore, producendo alcuni reportages di tipo politico e sociale. Nel 1975 inizia ad occuparsi di fotografia, lavorando nelle strade e nelle piazze della contestazione e nel 1977 si trasferisce a Parigi. Da qui iniziano i suoi viaggi come reporter-photographe, dapprima con agenzie francesi, in seguito per conto di agenzie americane e per magazines internazionali ( Newsweek, Der Siegel, Time, The New York Times ), per i quali “copre” in assignement situazioni di crisi e di conflitto in
America Latina, Africa, Balcani, Medio Oriente.

Nel 1992 conquista il premio World Press Photo (nella categoria Daily Life, stories) con un servizio su un’epidemia di colera in Perù e nel 1999 la menzione d’onore allo stesso concorso per un reportage sul Kosovo.
Nello stesso tempo inizia a lavorare su progetti a lungo termine: “Il Rumore delle Sciabole” (1986-1988), suo primo progetto e libro, documenta la società cilena durante gli ultimi due anni della dittatura militare del Generale Augusto Pinochet.

Successivamente si rivolge sempre di più verso progetti personali di documentazione che gli permettono di affrontare una storia in modo più articolato e meno condizionato dalle esigenze e richieste dei settimanali, come nel reportage che ripercorre la via della tratta degli schiavi dal Benin alle piantagioni di canna da zucchero della Repubblica Dominicana e di Haiti, o come in quello sulle tre malattie che devastano i paesi del terzo mondo – aids, malaria e tubercolosi – realizzati negli anno Novanta e Duemila.

Dal 2000 è membro associato dell’agenzia foto giornalistica tedesca Zeitenspiegen Reportagen, per la quale sta lavorando ad un progetto sulle frontiere nel Mediterraneo e Medio Oriente.

// Read more here

CONCORSO FOTOGRAFICO
FIIPA AWARDS 2019
Contest Closed
RULES